icvalledeilaghi Dal 1 settembre ritiro dei diplomi dell'Esame di Stato di fine primo ciclo presso la segreteria a Vezzano https://t.co/nwj6yj6Sdn
icvalledeilaghi Orari estivi della segreteria https://t.co/5udhiFAlqa
icvalledeilaghi Calendario dell'anno scolastico 2016/2017 https://t.co/jZUPy4yfgz
icvalledeilaghi All'albo la graduatoria interna degli assistenti educatori
icvalledeilaghi All'albo la contrattazione decentrata docenti

Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Educazione socio-affettiva e sessuale 2013-14

cuore"I nostri sentimenti sono costantemente con noi, ma troppo raramente noi siamo con loro. Invece, di solito, acquisiamo la consapevolezza delle emozioni solo quando esse traboccano." (D.GOLEMAN)

Il progetto

Nel mese di febbraio si effettueranno, nel nostro istituto, i percorsi di educazione socio-affettiva e sessuale per gli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado.

Il progetto si pone questi obiettivi: riflettere sulle esperienze di cambiamento del proprio corpo nella fase evolutiva che ragazze e ragazzi stanno vivendo; offrire una visione della sessualità che si fondi sulla relazione, sulla comunicazione, educando a significati di affetto e di amore nel rispetto reciproco e nella libertà; costruire una scala di valori e di significati per sviluppare una personalità equilibrata, consapevole e responsabile; promuovere la progressiva maturazione dell’autonomia di giudizio e di scelta, andando al di là delle apparenze e dell’esteriorità; promuovere l’acquisizione di consapevolezza e capacità di autoregolazione delle proprie emozioni; ottenere una maggiore disponibilità al dialogo in fatto di sessualità; promuovere lo sviluppo della cultura del positivo verso la vita, se stessi e gli altri; fornire un sostegno educativo ai genitori collaborando con la famiglia per accompagnare i ragazzi nel cammino dell’amore.

Si parlerà di educazione socio-affettiva e sessuale: ma che cosa significa veramente? Cosa vogliamo trasmettere ai nostri ragazzi?

Partiamo dai termini:

Socio: perché avviene in un contesto sociale, nel gruppo classe, in modo da permettere la conoscenza di sé e dell’altro, un confronto reciproco, una condivisione delle emozioni e delle aspettative nelle relazioni.

Affettiva: si parla di sentimenti, di emozioni, delle nostre reazioni, dei nostri comportamenti.

Sessuale: la sessualità è una componente fondamentale della persona, abbraccia la persona in tutta la sua globalità.

Il percorso proposto

Dopo una prima riunione di programmazione iniziale tra insegnanti ed esperti, per la condivisione degli obiettivi e del percorso, e la presentazione delle singole classi, sono stati fissati 3 incontri in ogni classe di due ore ciascuno (6 ore totali): 2 ore in compresenza (psicologa e assistente sanitaria), 2 ore l’assistente sanitaria, 2 ore la psicologa. Le esperte di riferimento sono Serena Viola (psicologa e psicoterapeuta) ed Elena Clivati (assistente sanitaria).

A fine percorso si effettuerà poi la fase di restituzione: per gli insegnanti e i genitori di Cavedine lunedì 17 febbraio alle ore 18.00 presso la sala della Biblioteca; per gli insegnanti e i genitori di Vezzano martedì 11 marzo alle ore 18.00 presso la SSPG di Vezzano.

Nel dettaglio verranno trattate queste tematiche:

A Il significato e il ruolo della sessualità nello sviluppo

• Area di lavoro: la finalità è quella di favorire l’aumento di consapevolezza sullo sviluppo sessuale, inteso come parte integrante nella realizzazione della persona. La conoscenza del corpo e delle sue funzioni, unita alle implicazioni emozionali ad esso connesse è fondamentale per la comprensione di sé e delle proprie potenzialità come “essere sessuato nel mondo”.

B La dimensione relazionale ed affettiva della sessualità

• Area di lavoro: riconoscere le proprie emozioni e i propri sentimenti, confrontarli con le reazioni degli altri, riconoscere le emozioni e i sentimenti dell’altro, mettendosi in contatto con questi in un clima di condivisione di pensieri, emozioni, esperienze (ascolto empatico).

C Il rapporto sessuale come scelta consapevole

• Area di lavoro: è fondamentale fornire informazioni scientifiche sugli strumenti necessari per essere in grado di mettere in atto comportamenti efficaci al fine di evitare i rischi connessi alla sessualità.

• Si cerca di porre i ragazzi in grado di rispondere adeguatamente alle richieste provenienti da se stessi e dal contesto sociale a cui appartengono in modo da compiere scelte consapevoli ; è importante anche promuovere nei giovani la capacità di chiedere aiuto e di valutare i vari strumenti che l’organizzazione sociale in cui vivono offre loro (consultorio, contesti istituzionali di aggregazione giovanile).

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi