Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Visita alla Cassa Rurale di Vezzano

Ignazio Morelli ci mostra la Cassa Rurale.Venerdì 9 novembre, noi bambini della classe quarta di Vezzano siamo andati a visitare la Cassa rurale del nostro paese.

In banca ci aspettava Ignazio Morelli a cui abbiamo rivolto tante domande; lui ci ha risposto in modo preciso ma con parole chiare e comprensibili. Poi ci ha fatto vedere alcuni strumenti e come si usano e ci ha fatto visitare gli uffici; infine siamo scesi nei sotterranei e abbiamo visitato il cavò.

Codice da digitare per entrare nel caveau.

Ci ha colpito il meccanismo del codice della porta per entrare nel cavò, perché ci Aspettavamo una porta a chiave, invece fai una sequenza di numeri, premi ok e si apre.” Carlo e Giacomo P.

Noi pensavamo che i nostri soldi fossero divisi da quelli delle altre persone, invece sono tutti insieme. Se gli diamo i nostri soldi, loro ti restituiscono altri soldi ma non i nostri....ma noi non ci crediamo ancora!” Cherine, Lavinia e Damiano

A noi è piaciuto il cavò perché era sotterraneo e ben isolato; ci ha colpito l'ingegno delle due chiavi, del codice segreto e della porta con le sbarre. Noi lo immaginavamo pieno zeppo di soldi come la casa di Paperon de Paperoni, invece c'era una scrivania, la cassaforte e le cassette di sicurezza.” Gabriel R., Ilaria, Nicholas, Matteo e Zeno

A noi hanno colpito le cassette di sicurezza perché era molto bello immaginare cosa contenevano. Ci siamo stupite che servissero due chiavi per aprire una cassetta: una del proprietario e una dalla Cassa rurale. Pensiamo che la doppia chiave sia molto sicura perché se un ladro ne ruba una, non può aprire la cassetta perché serve anche l'altra.” Caterina, Teresa e Lara

La cassa continua.A noi è piaciuta la cassa continua: a Giacomo perché non l'ha mai usata, io invece l'ho usata ancora però mi ha impressionato che i soldi andavano direttamente nel cavò.” Mattia e Giacomo C.

A noi tre è piaciuto il bancomat, in particolare queste tre cose: che serve un codice oltre alla tessera per tirar fuori i soldi, che in un bancomat ci possano stare così tanti soldi, che il bancomat abbia un computer così potente che riesca a darti i soldi ovunque tu sia.” Emanuel, David, Martino

La macchinetta che controlla i soldi.A noi invece è piaciuto vedere la macchinetta che distingue i soldi veri da quelli falsi; ci ha colpito perché non ci immaginavamo che esistesse questo strumento. A noi è piaciuto quando il cassiere ha passato i soldi sotto una lucetta che faceva apparire i soldi su uno schermo e così si capiva se erano veri o falsi.”

Giulia, Mariavittoria, Alessandro e Gabriel C.

Io non c'ero all'uscita ma ho visto sul computer i miei compagni andare in Cassa rurale e ascoltare Ignazio. Mi sarebbe piaciuto vedere dove finiscono i soldi dei cittadini: io immagino che vengano tutti mescolati e messi in un contenitore di ferro e che per aprirlo serva fare un codice ed aprire un lucchetto con una chiave strana.” Tiziano

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi