Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


In Valcamonica

La classe quarta in Valcamonica.Lunedì 11 e martedì 12 novembre noi alunni della classe quarta di Vezzano assieme agli alunni della classe quarta di Terlago, accompagnati dalle nostre insegnanti, siamo andati a Capo di Ponte in Val Camonica per conoscere da vicino la popolazione degli antichi Camuni e rispondere ad alcune domande:

Dove?

La popolazione dei Camuni si era stabilita nel Nord Italia, nella regione Lombardia, in provincia di Brescia, in Val Camonica. La Val Camonica, una valle a Nord del lago d'Iseo, è attraversata dal fiume Oglio. Nella zona ai piedi del Pizzo Badile e del Monte Concarena troviamo moltissime incisioni rupestri che ne testimoniano la loro presenza.

Com'era l'ambiente a quel tempo?

10.000 anni fa la val Camonica era coperta dai ghiacci come la Valle dei Laghi.

Faceva molto freddo e gli uomini non abitavano in queste zone inospitali.

Quando arrivarono i Camuni?

8.000 -9.000 anni fa i ghiacciaio si sciolse e cominciano a crescere erbe e piante, poi da Sud arrivarono gli animali che trovavano cibo e acqua. Poi arrivarono gli uomini primitivi che li seguivano per cacciarli. Qui trovarono un posto favorevole a soddisfare i loro bisogni e si fermarono.

Per quale motivo è conosciuto questo popolo?

Questo popolo è conosciuto perché ha lasciato inciso sulle rocce della Val Camonica più di 300.000 incisioni ma probabilmente ce ne sono altre ancora da scoprire. Queste incisioni furono prodotte con due tecniche: la percussione prodotta battendo sulla roccia tenera di arenaria con pietre più dure ( selce , quarzite) o metallo ( ferro); il graffito ottenuto graffiando le superfici con strumenti appuntiti di pietra o metallo.

 Come possiamo conoscere la loro storia?

La loro storia è stata ricostruita grazie all’interpretazione, da parte degli archeologi e degli storici, delle incisioni rupestri che sono come un libro scritto: raccontano scene di vita quotidiana, le loro abitudini, descrivono le attività che praticavano: la caccia, l’agricoltura, l’allevamento, la lavorazione dei metalli, la loro religione …

Inoltre, in questi due giorni, abbiamo visto come si fonde e si lavora lo stagno; provato a macinare il frumento; a tessere con il telaio; ad accendere il fuoco sfregando due pietre e usando l'archetto; a levigare la pietra per creare teste d'ascia; sminuzzato l'ocra rossa che veniva usata per dipingersi il corpo e le pareti delle grotte; abbiamo fatto un'escursione notturna all'Archeoasi riunendoci in cerchio attorno ad un falò sotto un bellissimo cielo stellato ascoltando una musica rilassante. Ma l'esperienza più emozionante è stata quando abbiamo simulato uno scavo archeologico poi, come veri archeologi, abbiamo catalogato, analizzato e interpretato i reperti trovati. Infine siamo scesi sul greto del fiume Oglio, abbiamo imparato a distinguere pietre, massi, sassi, ciottoli e provato a realizzare un graffito. É stata un'esperienza entusiasmante!

Visita la galleria fotografica.

 Lavoro a piccoli gruppi alunni della classe quarta di Vezzano

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi