Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Il primo giorno di magia

Bambini e familiari intenti a preparare i fiori coi loro desideri.Vezzano, 10 settembre 2015

Il primo giorno di scuola, fuori dalla porta, quasi tutti aspettavamo felici di cominciare il nuovo anno scolastico perché rivedevamo i nostri amici e le maestre, conoscevamo la nostra nuova compagna, le nuove maestre e i nuovi bambini arrivati nelle altre classi, perché la scuola ci piace e impariamo molte cose.

Alcuni erano agitati perché avevano paura di sbagliare, altri perché c'erano i genitori, altri perché era il primo giorno, altri per la paura di addormentarsi o perdere la corriera ed arrivare in ritardo.

Una aveva paura perché non si sentiva preparata ad entrare in una scuola italiana.

Uno era arrabbiato perché non gli piace venire a scuola.

È suonata la campanella: ci siamo intrufolati fra gli altri e siamo entrati direttamente in classe con i genitori e qualche altro familiare.

Abbiamo preso posto, ci siamo salutati e le maestre, coi capelli da fatine, hanno lanciato polvere magica per farci disegnare bene e poi ci hanno dato un foglio per ciascuno per disegnare un fiore.

Doveva essere grande come tutto il foglio, avere un cerchio in centro con scritto un desiderio per questo anno scolastico, avere i petali staccati tra loro, disegnato come si voleva, colorato con le matite. Poi dovevamo ritagliarlo e piegare in ordine i petali con la punta al centro del fiore. Ogni isola doveva inventare una formula magica per far avverare i desideri: abra cadabra trallalà; tisca tusca fiorellino; baskeboll; zic e zac che bel fiorellin; bum bababum ah ah ah; zin zan zanca.

Su ogni isola le maestre ci hanno messo delle bacinelle con l'acqua magica.

A turno ogni isola metteva dentro i fiori, diceva la formula magica e i fiori senza aiuto si aprivano.

Tutti tranne uno ed alcuni con qualche aiuto, perché hanno piegato male, o perché erano ammucchiati, o perché qualcuno non aveva la pazienza di aspettare.

Questo significa che la magia si avvererà: ci speriamo!

Abbiamo letto i desideri e poi abbiamo messo i fiori ad asciugare su carta assorbente.

Poi i genitori se ne sono andati e noi siamo usciti in cortile.

Dopo qualche giorno i fiori asciutti li abbiamo divisi in gruppi a seconda di cosa c'era scritto e li abbiamo attaccati su un cartellone che abbiamo realizzato con un'atmosfera magica.

I bambini di terza

Visita la galleria fotografica.

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi