Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Visita alla mostra sui rifiuti

Thomas Deavi ci accoglie alla mostra.G: Venerdì 6 dicembre 2013 siamo andati alla mostra dei rifiuti.

A: Siamo andati a piedi a Vezzano con tutta la classe prima e appena arrivati siamo andati dentro e abbiamo salutato il signore.

I bambini riconoscono i materiali al tatto.S: lui ha chiamato 4 bambini e dopo hanno toccato nei bidoni, hanno sentito cosa c'era dentro.

A: dovevamo dire cosa c'era dentro.

G: Thomas ci ha spiegato che potevamo fare tante cose coi rifiuti puliti.

M: li riusiamo per fare delle cose tipo come una pistola, una telecamera, e anche una torre di lattine.

altri: ... un telefono, una strozega, un telefono senza fili...

G: i rifiuti puliti si possono riusare a fare delle cose.

Thomas spiega il gioco della raccolta differenziata.V: in 4 tiravamo su degli oggetti e dovevamo dire di cosa era fatto e dovevamo metterlo in un cassonetto dai tanti colori.

B: c'erano dei bidoni diversi: per la carta, la lana, la plastica …

L: c'erano dei bidoni colorati e c'era in mezzo un bidone grigio, bisognava mettere le cose, che dentro il bidone grigio c'erano, nei bidoni colorati.

M: da questo gioco abbiamo imparato che ogni cosa che c'è da buttare va in un bidone diverso.

N: questa cosa si chiama raccolta differenziata.

A: noi a scuola facciamo la raccolta differenziata della plastica nel bidone blu che si trova nel corridoio vicino alla classe seconda.

F: facciamo la raccolta differenziata della carta nel bidone giallo che si trova in classe.

G: facciamo la raccolta differenziata dell'umido che mettiamo nel corridoio in una vaschetta, poi la Alda la dà alle cuoche che la mettono nel bidone marrone che si trova in cucina.

A: facciamo anche la raccolta differenziata del vetro nel corridoio nel bidone verde, è piccolo perché noi non abbiamo qui cose di vetro che sono pericolose se si rompono.

G: nella nostra scuola facciamo la raccolta differenziata dei tappi in una grande bottiglia di plastica.

B: noi abbiamo trovato il bidone della raccolta differenziata delle pile vicino alla porta dove si esce da scuola, è trasparente.

M: il signore ci ha detto che se vogliamo possiamo fare la carta, costruirla.

M: ci ha spiegato come si fa la carta.

F: si tagliavano delle striscioline del giornale, si facevano dei quadratini, si mettevano nell'acqua, si aspettava e dopo si faceva la carta.

G: quando le metti nell'acqua dopo le devi anche frullare e dopo viene la carta.

N: dopo averli frullati li devi mettere su una rete e dopo metterci sopra un altro giornale e metterli sopra il termosifone o vicino al termosifone e così si è fatta la carta.

L: quando prendiamo una cosa e la trasformiamo in una cosa nuova è riciclarla.

A: se io riciclo una cosa di plastica posso fare una maglia di pile, un contenitore di plastica...

L: posso fare un bidone della spazzatura pulito, un gioco di plastica...

V: il pacchetto dei fazzoletti...

La stagionalità dei prodotti alimentari.M: c'erano anche dei mesi che attaccavi su dei frutti o delle verdure quando nascevano quei frutti in quei mesi.

M: di verdure e frutti ce n'erano 4 per ogni porta del frigorifero.

E: le 4 cose che si attaccavano ai frigorifero avevano le forme uguali, un frigo aveva 4 carte quadrate, l'altro 4 rettangolari...

Il viaggio dei prodotti.M: ci ha fatto vedere con il metro quanto erano lontane le cose dall'Italia.

Maestra R: dopo che ogni bambino ha detto liberamente ciò che ricordava, formulando frasi complete, io ho raggruppato le frasi che si riferivano allo stesso argomento, le ho rilette, ho invitato i bambini a completare quel discorso per spiegarlo bene agli assenti alla mostra. Quando quelli erano soddisfatti del resoconto si passava all'argomento successivo. Non abbiamo avuto per ora il tempo di riprendere tutto ma i tre punti fondamentali sui rifiuti sono stati ben compresi. La mostra interattiva itinerante “Più o meno rifiuti” è stata proposta dall'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente (APPA) ed allestita a Vezzano grazie alla collaborazione dell'Istituto Comprensivo e della Comunità di Valle.

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi