10-10-2012: Nella stanza del tempo

Al castello del Buonconsiglio sotto la loggia venezianaOggi è un giorno speciale per la seconda di Terlago: andiamo al Castello del Buonconsiglio.

Partenza con la corriera di linea alle 8.40, tutti in fila attraversiamo la città. Il maestro è un po' preoccupato, ma noi siamo bravi, attenti e ordinati. Quando arriviamo al castello abbiamo qualche difficoltà ad entrare perché è ancora chiuso, ma noi sapevamo che ci stavano aspettando.

 

Ci siamo presentati ad una porta ma ci hanno detto che di lì non si poteva passare.

 Allora siamo andati a suonare al custode che ci ha fatto tornare alla prima porta e a quel punto siamo entrati senza discutere.

Ad accoglierci c'era Caterina che ci ha fatto mettere al sicuro gli zainetti e poi ci ha accompagnato all'interno del castello.

È molto grande! Abbiamo percorso stradine, giardini, scalinate, stanze e poi... il camminamento di ronda un corridoio stretto e lungo che porta alla Torre dell'Aquila.

Quando siamo arrivati siamo rimastia a bocca aperta: la stanza era tutta affrescata, era fantastica.

Caterina ci ha fatto notare i disegni, osservare i particolari... così abbiamo capito che quei dipinti erano antichissimi e rappresentavano le attività dell'uomo nei vari mesi dell'anno. Tutti i disegni erano divisi in due parti, la vita dei nobili e quella della gente comune.

Così abbiamo scoperto che i nobili non lavoravano ma si divertivano a fare feste e a mangiare.

Il mese di marzo non c'è più.

Abbiamo fatto il percorso a ritroso e siamo tornati nell'auletta dove avevamo lasciato i nostri zainetti. A questo punto era ora di fare merenda.

Così rifocillati eravamo pronti a fare la seconda parte del lavoro. Nell'auletta erano appese le riproduzioni degli affreschi, in questo modo abbiamo potuto proseguire nella loro osservazione. Con l'aiuto di caterina e di un fascicoletto che ci ha fornito abbiamo fatto un bel lavoro.

È stata anche questa una giornata davvero interessante. Il maestro e la maestra Elisabetta erano contenti perché noi siamo stati bravi, attenti ed impegnati. Chissà, forse ci portano ancora a vedere tante cose belle.

In fila nei giardini del castelloSulla scalinata del Magno PalazzoSulla scalinata che sale dalla galleria del RomaninoNel camminamento di ronda

Lungo il camminamento di rondaNell'aula didattica accucciati sul pavimentoNell'auletta didattica con le riproduzioni dei mesinell'auletta didattica al lavoro sul fascicolo

 

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi