Giornata FAI a Terlago

04 FAINella settimana dal 24 al 29 novembre, in orario scolastico, le Delegazioni FAI territoriali aprono un bene artistico o paesaggistico significativo del proprio territorio e organizzano delle visite riservate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Altri studenti, appositamente formati e costantemente seguiti dalla Delegazione FAI territoriale, in qualità di Apprendisti Ciceroni, guidano le classi alla scoperta del bene.


Le classi in visita scoprono le bellezze della propria città e del territorio a loro vicino grazie a un’uscita didattica economicamente sostenibile e culturalmente pregnante.
Il FAI delegazione di Trento il 24 novembre ha aperto a Terlago il giardino della casa dello scultore Decarli Mauro e il giardino della Villa Cesarini Sforza.
La classe 4TB del corso Turismo dell’ITE Tambosi Battisti di Trento, costituita da 12 studentesse e 4 studenti, guidati dalle Prof.sse Franca Marchesin e Fiorenza Ciocchetti, hanno svolto il ruolo di Ciceroni per 15 alunni della classe terza, per 19 alunni  della classe quarta e per 15 alunni della classe quinta della nostra scuolai.
La classe di Ciceroni ha svolto uno studio del territorio e della storia di Terlago e, con l’aiuto della ricercatrice storica Verena Depaoli, hanno fatto approfondimenti sui due beni di rilevanza storico artistica.
La giornata si è aperta con la descrizione della storia di Terlago, quindi hanno raggiunto a turno il giardino dell’abitazione dello scultore contemporaneo Mauro De Carli (1944-2008). Qui vi sono conservate numerose delle sue opere.
La giornata è proseguita con la visita del Parco giardino di Villa Cesarini Sforza posto all'ingresso del paese, all'incrocio fra via Roma e via Omigo, che si compone di una piccola parte ottocentesca, comprendente il boschetto vecchio, e della grande parte ripianata all'inizio della seconda metà del novecento con abeti, aceri, faggi e cedri.
 I Ciceroni del Tambosi Battisti hanno illustrato brevemente la pregevole abitazione e le notizie storiche fornite dalla famiglia Cesarini Sforza e dalle ricerche di Verena Depaoli.
Gli alunni della scuola elementare sono poi stati accompagnati poi nella chiesa parrocchiale di Sant’Andre a dove  è conservata la Madonnina delle Grazie in pietra alabastrina donata dal Conte Graziadei  nel 1812 e attribuita allo scultore belga Cornelius Van der Beck morto a Bamberga - Germania nel 1694  .
La mattinata ha avuto termine nella scuola  dove sono state proiettate foto storiche di Terlago, fornite da Depaoli Verena, a confronto con le foto attuali degli stessi scorci, scattate dagli studenti dell’ITE. Il dvd con la presentazione delle foto è stato lasciato in omaggio alla scuola assieme ad uno splendido album con le stampe delle foto, e alcune pagine per proseguire il lavoro, realizzato dagli studenti dell'ITE.

fai 001fai 002fai 00301 FAI02 FAI03 FAI05 FAI06 FAI07 FAI08 FAI09 FAI10 FAI

 

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi