19 marzo 2012 - Da una scuola all'altra

Una data da ricordare quella di oggi! Stamattina abbiamo salutato la vecchia scuola di Terlago che per quasi cinquant'anni ha servito degnamente la comunità di Terlago. È vero che ultimamente dava segni di stanchezza, aveva qualche acciacco, però faceva ancora bene il suo dovere. Quindi oggi l'abbiamo salutata con qualche bel pensiero, una canzone e un po' di commozione.

Quanti bambini passati fra quei muri, su quelle scale rumorose su cui era così bello scivolare, bambini che ora sono persone adulte, mamme, papà, nonni...

Grazie, grazie scuola mia, non ti scorderò mai... così ripete il ritornello della canzone che abbiano cantato per salutarla, grazie scuola, e un grande abbraccio... con un po' di commozione.

Bambini seduti in cerchio cantanoBambini seduti in cerchio cantano

... e poi in cammino verso la scuola nuova. Dopo quattro mesi di siccità oggi piove, porta bene: scuola bagnata scuola fortunata!

Bambini in cammino verso la scuola nuovaBambini in arrivo alla scuola nuova

Eccoci finalmente nell'atrio, ora è il momento della festa per questa scuola nuova tanto attesa che è pronta ad accoglierci. Filastrocche e danze...

bambiini e insegnanti nell'atrio della scuolale maestre

Bambini e maestreLa danza

 

Il momento è solenne: c'è il taglio del nastro; tocca al bambino più giovane della scuola con due "vecchiette" di quinta che lo sostengono.

Il taglio del nastro

Finalmente si può salire alle classi, sulle porte ci sono catenelle da spezzare per poter entrare, ma dentro è davvero bello.

Bambini in fila verso la classeBambini in gruppo davanti alla classeBambini rompono la catenella sulla porta

Bambini sulla porta della classe, entranoBambini seduti nei banchi

Ma la festa non è ancora finita. Ci ritroviamo tutti nella grande aula magna. Seduti in cerchio ascoltiamo la letterina che il sindaco ci ha inviato e che ci legge di persona. Alcuni bambini leggono dei pensieri che nei giorni scorsi abbiamo dedicato alla vecchia scuola e le attese per quella nuova.

Tutti assieme, in tre cerchi con il sindaco e le maestre facciamo una bella danza.

Il sindaco legge la letteraI bambini leggono i loro pensieri

La danzaLa danza

Per concludere la nostra bella festa abbiamo voluto ringraziare con tanto affetto i due operai del Comune che in questi giorni hanno lavorato molto per trasportare materiali, tavoli, armadi e quant'altro da una scuola all'altra; se lo sono proprio meritati!

I due operai ascoltano i ringraziamenti dei bambini

È stata una bella festa, ma adesso tocca a tutti noi rispettarla e curarla, questa scuola, perché duri tanti anni bella come ce l'hanno consegnata.

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi