Scrivi la tua mail per ricevere i nuovi articoli

riceverai una mail di conferma

TagCloud

Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


Compiti del lunedì: è giusto assegnarli?

Link


Il tempo scuola in Finlandia

Link


Il sabato a scuola: favorevoli e contrari

Link


I compiti durante le vacanze

Link


Il dibattito sui compiti in Francia

Link


 

Scuola Secondaria di Primo Grado

Cristoforo Madruzzo

Indirizzo: via 25 aprile, 7 - 38073 Cavedine

Telefono e fax: 0461568892

Posta elettronica:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Insegnante fiduciario:

prof. Alessandro Fabris

 

MIti ed eroi al Castello del Buonconsiglio

miti eroiMartedì 26 novembre noi della classe 1A della SSPG di Cavedine siamo andati al Castello del Buonconsiglio a vedere la mostra “Miti ed Eroi”. Siamo partiti da Cavedine con il pullman alle 8.20, accompagnati dalla professoressa Cerutti e dalla professoressa Meazzi. Usciti dalla stazione delle corriere ci siamo diretti verso la nostra meta.

Appena arrivati si sono presentate le nostre guide di nome Mirco e Chiara, con cui ci siamo diretti in giardino. Lì Chiara ci ha fatto notare come il castello sia diviso in tre grandi parti: Castelvecchio (di epoca medievale), Giunta Albertiana e Magno Palazzo. Quest’ultimo fu fatto costruire da Bernardo Cles, un Principe Vescovo dell’epoca rinascimentale.

 

Successivamente ci siamo spostati in una sala che durante la prima guerra mondiale fu usata per processare e condannare a morte Cesare Battisti, un trentino che voleva che la nostra regione fosse annessa all’Italia, togliendola all’impero austroungarico. Alle pareti di questa sala ci sono delle lunette contenenti ognuna un affresco oppure una pittura murale. Ci hanno spiegato che un affresco è un dipinto fatto sull’intonaco fresco, che assorbe il colore come se fosse una spugna, mentre la pittura murale è un dipinto eseguito sull’intonaco asciutto. Dipingere sulla malta fresca richiede di essere più veloci, però questa tecnica permette una migliore conservazione del colore.

 

Le scene rappresentate nelle lunette raccontano favole come “la volpe e la cicogna” o “la volpe e il corvo”. Le abbiamo osservate molto attentamente, analizzando il primo, il secondo ed il terzo piano dei dipinti.

 

La favola è un racconto che ha come protagonisti degli animali che hanno un carattere umanizzato, parlano tra di loro anche se sono di razze diverse; l’autore, attraverso il racconto, vuole dare un preciso insegnamento o una morale.

 

A questo punto ci siamo spostati in un grande corridoio dove, in alto, sono raffigurati gli dei del Monte Olimpo: Artemide, Atena, Ermes, Zeus, Efesto, Ares, Era, Dioniso, Apollo, Poseidone, Ade ed altri. I dipinti erano molto belli e curati; in mezzo alle divinità abbiamo notato la presenza di una figura insolita. La guida ci ha spiegato che, in quella figura, il pittore aveva rappresentato sé stesso. Più avanti, nei corridoi del cortile dei Leoni abbiamo osservato dipinti sulla primavera, l’autunno, l’estate e l’inverno, raffigurati da uomini e donne. Al centro c’era Apollo con il carro del sole.

 

Quest’ultimo affresco parla della storia di Fetonte, figlio di Apollo che, non sapendo guidare il carro del sole, provocò molti danni in cielo e sulla terra. Zeus, per fermarlo, lo uccise con un fulmine e Apollo, per il lutto, nascose il suo volto per un giorno e così la terra rimase al buio. Questo è un esempio di racconto mitico, cioè una storia fantastica con uomini e divinità che veniva utilizzata per spiegare fenomeni naturali non spiegabili scientificamente: in questo caso un’eclissi di sole.

 

Alla fine ci siamo recati in una stanza dove abbiamo fatto merenda e abbiamo compilato un librettino che ci ha aiutato a capire meglio gli affreschi. Successivamente è venuto il momento di tornare a scuola. Allora abbiamo ringraziato e salutato le nostre guide e ce ne siamo andati a prendere la corriera.

 

Questo percorso mi è piaciuto molto, in particolare quando abbiamo osservato i dipinti sugli dei dell’Olimpo; è stato come se io stesso fossi lì in mezzo a quelle scene mitiche!

 

Lorenzo Pizzedaz, 1A

© 2012 Istituto Comprensivo della Valle dei Laghi